Cucina piccola - i segreti per massimizzare lo spazio
INTERNI

CUCINA PICCOLA: I SEGRETI PER OTTIMIZZARE LO SPAZIO

Se è vero che le dimensioni contano, è altrettanto vero, come ben sanno tutti i designer d’interni, che spesso è negli spazi ridotti che si rivela davvero la creatività e l’abilità del progettista. Ecco quindi che anche una cucina piccola può riservare molte (piacevoli) sorprese 😉 .

Pronti? Andiamo!

1.  DEFINIRE LE PRIORITÀ

Che cosa è più importante per noi? Avere più spazio per cucinare? Ricavare una  piccola area colazione/snack/aperitivi da godersi con familiari e amici? Chiarire questo punto è fondamentale perché permetterà di capire in che direzione muoversi e quali saranno gli elementi da inserire assolutamente.

Cucina piccola - priorità
2. DEFINIRE DI QUALI ELETTRODOMESTICI SI HA REALMENTE BISOGNO

Sicuri che serva il frigorifero a doppia anta? Magari si può fare la spesa un po’ più spesso riducendo così la quantità di cibo da refrigerare o congelare. È proprio necessario avere anche il microonde? Forse si può pensare a un forno multifunzione con microonde incorporato. Il piano cottura serve proprio da 90 cm.? A pensarci bene anche uno da 60 cm. può andare benissimo, magari a induzione così da poter servire, grazie alla sua superficie liscia, anche come base per la preparazione dei cibi… e via dicendo. 

Questo passaggio sembra scontato, ma in realtà non lo è, e permetterà di non trovarsi con elettrodomestici sovradimensionati rispetto alla cucina ed eviterà di rendere lo spazio più piccolo all’occhio.

Cucina piccola - elettrodomestici
Cucina piccola - elettrodomestici
3.  FARE UN ELENCO DEGLI ACCESSORI MUST HAVE

Alzi la mano chi non ha, in cucina, qualche piccolo elettrodomestico di cui ha dimenticato l’esistenza! Che sia il tostapane di ultima generazione con 20 funzioni differenti, oppure il robot da cucina con 150 accessori (145 dei quali ancora perfettamente imballati), siamo tutti pieni di strumenti che non usiamo o usiamo davvero poco 😉

Finché le dimensioni della cucina consentono di tenere anche il superfluo non è un grosso problema, ma quando ci si ritrova con una metratura ridotta fare un elenco di che cosa si usa davvero è un punto imprescindibile, ed eviterà di trovarsi con il piano di lavoro sovraffollato (vedi punto seguente).

Cucina piccola - accessori
Cucina piccola - accessori
4. LIBERARE IL PIANO DI LAVORO

Il piano di lavoro, lo dice il nome, è una superficie su cui lavorare: evitiamo di ingombrarlo con tutti gli oggetti che non trovano posto nei mobili. Un piano di lavoro carico di cose, oltre a dare un’immediata sensazione di disordine, carica lo spazio facendo sembrare l’ambiente più piccolo.

Cucina piccola - il piano di lavoro
Cucina piccola - il piano di lavoro
5. GIOCARE CON LA PROFONDITÀ E L’ALTEZZA DELLE BASI

Non è detto che le basi debbano essere tutte profonde e alte uguali: in alcuni punti si possono prevedere profondità minori e altezze maggiori che aiutano a dare movimento e aumentano  la percezione dello spazio.

Cucina piccola - profondità e altezza basi
Cucina piccola - profondità e altezza basi
6. PREFERIRE LE BASI CON CASSETTI 

Le basi con cassetti offrono in genere una migliore accessibilità rispetto a quelle con sportello e ripiani (a meno che questi non siano estraibili).

Cucina piccola - basi
Cucina piccola - basi
7. SISTEMARE OGNI COSA AL POSTO GIUSTO

Negli spazi piccoli è fondamentale potersi muovere con facilità: per questo ogni cosa andrà sistemata al “suo” posto: pentole e utensili per cucinare vicino alla zona di preparazione e cottura dei cibi, piatti e posate in prossimità del tavolo/zona snack, prodotti per la pulizia in prossimità di lavello e lavastoviglie, e via dicendo.

Una disposizione intelligente di strumenti e accessori permetterà anche a due persone di lavorare contemporaneamente in cucina senza “scontrarsi”.

Cucina piccola - sistemazione oggetti
Cucina piccola - sistemazione accessori
8. SFRUTTARE LE ALTEZZE

Quando lo spazio è poco, è necessario sfruttare le altezze: ben vengano quindi i pensili, ma con ante a vetro per dare profondità e magari alternati a mensole a giorno che regaleranno una maggiore sensazione di spazio.

Cucina piccola
Cucina piccola - sfruttare le altezze
9.  RIFLETTERE BENE SUL COLORE

Ci sono, è vero, dei begli esempi di cucine piccole in cui si è felicemente scelto di osare con il colore, ma 1) bisogna padroneggiare bene l’arte dell’interior design e 2) si rischia, alla lunga, di stancarsi.

La soluzione più naturale è usare colori chiari e luminosi come il bianco o l’avorio, che fanno immediatamente sembrare più grande qualsiasi ambiente. Il tocco di colore si potrà dare con gli accessori e si potrà giocare con le texture del piano di lavoro e del paraschizzi.

Nel caso in cui un unico colore neutro dovesse sembrare troppo monotono, si potranno utilizzare diverse tonalità per dare più movimento e magari inserire dei particolari in metallo dorato o bronzato (lampade, maniglie, ecc.).

Una valida opzione per inserire un tocco di colore è quella di utilizzarlo per maniglie, pomelli e mensole e, se le dimensioni della cucina ne consentono la presenza, per il tavolo o la mini-isola.

Proprio non volete rinunciare ai mobili colorati, magari per avere una bella cucina blu oppure grigia? Allora sarà bene bilanciare con pareti, soffitto, paraschizzi (e possibilmente pavimento) bianchi: questo garantirà luce, luminosità e sensazione di spazio.

Cucina piccola
Cucina piccola
10. INDIVIDUARE LA CORRETTA ILLUMINAZIONE

Se la luce è un punto importante in qualsiasi progetto di design d’interni (influenza, non dimentichiamolo, anche la nostra risposta emozionale allo spazio), nel caso di ambienti piccoli è un fattore imprescindibile: se mal gestita, può compromettere tutti gli sforzi fatti.

Primo passo, la luce a soffitto: una lampada a sospensione a una o più luci garantirà l’illuminazione generale della cucina; poi, le luci focalizzate sui punti chiave: lavello, zona cottura, e via dicendo. L’importante è assicurarsi che, ovunque ci si trovi, non ci si faccia mai ombra da soli. Le luci sotto pensile a LED possono essere un’ottima soluzione; in più (se dimmerabili) regalano anche un’atmosfera rilassante quando sono le uniche a essere lasciate accese.

Infine, vale la pena pensare alle luci interne ai pensili, non solo per motivi di praticità, ma anche perché con i pensili a vetri aumentano la luminosità della cucina.

Cucina piccola - illuminazione
Cucina piccola - illuminazione
11. SCEGLIERE IL PAVIMENTO GIUSTO

Il pavimento può influenzare molto la percezione dello spazio: le piastrelle piccole possono rimpicciolire otticamente l’ambiente, mentre le piastrelle grandi (che significa anche avere una minor quantità di fughe) possono aiutare a percepire la cucina come più spaziosa.

Un’altra opzione da considerare è quella dei listoni di parquet, che hanno anche il grosso vantaggio di poter riequilibrare otticamente le dimensioni di un ambiente facendolo sembrare più lungo o più largo a seconda di come sono posati.

Infine, una valida alternativa è la resina, che garantisce un pavimento del tutto uniforme che quindi “apre” lo spazio. Inizialmente utilizzata nelle case in stile industriale, oggi è usata con soddisfazione anche in molte ambientazioni modern country

Cucina piccola - pavimento
Cucina piccola - pavimento
12. PREFERIRE UNA PORTA SCORREVOLE

La classica porta a battente può essere molto penalizzante in termini di spazio: meglio, se possibile, inserire una porta scorrevole a scomparsa o, se non si vuole ricorrere a interventi di muratura, su binario, come per esempio una bella barn door (che però richiede all’esterno della cucina lo spazio necessario per lo scorrimento).

Cucina - porta scorrevole
Cucina - porta scorrevole

È quindi chiaro che, se ben pensata, una cucina piccola può diventare un vero gioiellino: nel caso in cui ci si affidi a un professionista la strada è generalmente in discesa, ma se ci si vuole mettere in gioco in prima persona, rispettando queste regole alla fine si avrà un ottimo risultato! 🙂

PHOTO SOURCE

COPERTINA

1.  2A.  2B.   3A.  3B.   4A.  4B.   5A.   5B.  6A.  6B.   7A.   7B.  8A.  8B.  9A9B.  10A.  10B.  11A.  11B.  12A.   12B.   

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.