INTERNI,  ISPIRAZIONI

COME SCEGLIERE LA PALETTE COLORI PER LA CASA

Una delle cose più difficili, quando si deve ristrutturare o fare un restyling, è scegliere i colori giusti per l’arredamento e la casa. Anche se ognuno di noi generalmente sa quali sono i suoi colori preferiti, una cosa è abbinare maglia e pantaloni (e anche a lì a volte abbiamo dei dubbi ;-)) e un’altra decidere i colori che caratterizzeranno un ambiente o la casa intera.

Spesso, proprio per non rischiare, si finisce per scegliere un colore abbastanza neutro o abbinamenti magari un po’ scontati che però non rispecchiano i nostri reali gusti.

Come fare quindi per scegliere la palette colori ideale?

Innanzitutto bisogna avere qualche nozione sul colore. Sicuramente avrete visto e sentito parlare della ruota dei colori: questo è il primo passo per acquisire quel minimo di consapevolezza indispensabile per procedere.

La ruota dei colori spiega la relazione che esiste tra i colori, un concetto espresso per la prima volta da Newton nel 1666 quando, facendo passare la luce bianca attraverso un prisma, identificò sei colori. Da allora lo studio dei colori e dell’effetto che hanno su di noi si è evoluto continuamente.

Ruota colori

 

Senza entrare troppo in dettagli tecnici, quello che ci serve sapere è che i colori si dividono in primari, secondari e terziari, con ulteriori sottocategorie (analoghi, complementari, ecc.).

I colori primari sono il blu, il rosso e il giallo e sono quei colori che non possono essere generati mescolando tra loro altri colori.

I colori secondari sono il verde, il viola e l’arancione, e sono il risultato del mix di due colori primari.

I colori terziari si collocano tra i primari e i secondari e sono il prodotto, appunto, dell’unione di un colore primario e un colore secondario (ad esempio il rosso e l’arancione).

Ora che abbiamo capito la relazione che esiste tra i colori, come possiamo abbinarli e usarli al meglio? Il passo più semplice, ovviamente, sarebbe abbinare due colori complementari, vale a dire due colori che sulla ruota si trovano esattamente agli opposti (verde e rosso, viola e giallo, blu e arancione, e via dicendo), oppure abbinare i tre colori che si trovano sulle punte di un immaginario triangolo equilatero posto sopra la ruota (rosso + blu + giallo, arancione + verde + viola, ecc.). Questo però non è assolutamente sufficiente quando si tratta di arredamento: bisogna infatti saper lavorare con i colori analoghi che, come ci suggerisce il nome, sono i colori che si trovano l’uno accanto all’altro sulla ruota. E poi ci sono i toni, le gradazioni, insomma una scelta pressoché infinita! La teoria del colore è un mondo affascinante e non a caso è una parte fondamentale nel percorso di studi per diventare architetto o interior designer.
Scegliere i colori giusti per l'arredamento
Ma, direte voi, non ci siamo dimenticati qualcosa? Magari il bianco e il nero? E il grigio e il marrone?
Scegliere i colori giusti per l'arredamento
Tecnicamente il bianco e il nero non sono colori “normali”, nel senso che non hanno lunghezze d’onda specifiche come quelli presenti sulla ruota, tuttavia sono una parte essenziale dell’interior design, così come il grigio (unione di nero e bianco o dei tre colori primari in parti uguali) e il marrone (che si può ottenere dall’unione di due colori complementari come il blu e l’arancione, il verde e il rosso, il giallo e il viola). Questi quattro colori sono fondamentali quando si parla di arredamento: ci sono degli splendidi esempi di cucine o di bagni modern farmhouse total white con dettagli e accessori neri, o dei soggiorni country con il marrone del legno che domina e scalda l’ambiente, o ancora delle camere da letto elegantissime nei toni del bianco e del grigio…
Ora che i colori non sono più un mondo sconosciuto a cui non sapevamo bene come avvicinarci, è arrivato il momento di scegliere quali vogliamo inserire. Osserviamo la stanza oggetto di restyling: che cosa ci piace davvero e vogliamo tenere? Magari il grande tappeto in toni crema, oppure le pareti tortora, o il parquet in rovere antico, o ancora il divano bordeaux, o la serie di stampe d’epoca incorniciate? O, se è ancora da arredare, quale sarà il pezzo forte? Questo è un punto fondamentale perché partire dai nostri must-have ci permetterà di definire una palette colori coerente.
Una volta definiti gli elementi che vogliamo assolutamente tenere o inserire, dobbiamo chiederci che impronta vogliamo dare alla stanza: se cerchiamo un ambiente dalla forte personalità opteremo per colori con un certo contrasto, se invece desideriamo un insieme più armonioso potremo orientarci su colori analoghi e tonalità più o meno delicate a seconda dei gusti, tenendo comunque presente che una camera da letto in genere richiede colori più tenui e rilassanti, mentre una cucina, un soggiorno o un bagno danno più libertà.
Ecco alcuni esempi di palette armoniose:
Scegliere i colori giusti per l'arredamento - palette armonia
E alcuni esempi di palette a contrasto:
Scegliere i colori giusti per l'arredamento - palette contrasto
Una regola che può aiutare, soprattutto se si è alle prime armi, è quella del 60-30-10: individuiamo il colore che vogliamo sia dominante e lo impieghiamo per il 60% della stanza (ad esempio pareti e soffitto; il 30% sarà in un colore secondario (come divani e sedute) e il 10% in un colore a contrasto per dare movimento e creare profondità (accessori, soprammobili, …). Ma, onestamente, è una regola che anche i designer di interni non seguono sempre, proprio perché il tocco personale è quello che alla fine fa la differenza. Personalmente credo sia importante cercare di seguire il proprio istinto per dare un’impronta davvero unica alla propria casa: ho amici che, inizialmente titubanti, si sono buttati e hanno creato stanze stupende 😉
In ogni caso, prima di decidere definitivamente, una buona idea è quella di scegliere dei colori e provare ad accostarli creando una color board su carta o anche su PC: questo vi permetterà di vedere immediatamente se l’abbinamento a cui avete pensato funziona oppure no.
E se ancora vi è rimasto qualche dubbio, ecco alcune proposte, sia in colori armoniosi sia in colori contrastanti, che potranno essere di ispirazione per la vostra casa:
AMBIENTI CON PALETTE COLORI IN ARMONIA
AMBIENTI CON PALETTE COLORI A CONTRASTO
E voi avete avuto qualche esperienza di restyling? Che colori avete scelto?

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.